Waffles (Ricetta base per cialde soffici)

Ho provato molte altre ricette per i Waffles, ma questo è di gran lunga la migliore. La superficie è compatta, umido, per niente asciutta! – Si possono congelate, facendole raffreddare bene su una gratella e sigillarle prima del congelamento, poi appena servono nel forno/tostapane/microonde per riscaldarle!. E’ la soluzione perfetta per quelle mattine frenetiche! Voilà …deliziosi Waffles fatti in casa in un attimo .


Ingredienti per i Waffles

(Facile – 30 min)

  • 281 gr. di Farina
  • 8 gr. di bicarbonato di sodio
  • 4 gr. di lievito in polvere
  • 4 gr. di sale
  • 57 gr. di burro
  • 36 gr zucchero di canna
  • 3 tuorli d’uovo
  • 473 ml di Latticello (ottenuto da pari dosi di latte magro e yogurt magro + 1 cucchiaino di succo di limone e lasciato riposare 5/15 min)
  • 3 albumi

Mescolare il latte magro e lo yogurt magro insieme, aggiungere il cucchiaino di succo di limone e lasciar riposare.

Preriscaldate la Macchina per Waffles. In una ciotola media, setacciare insieme la farina, il bicarbonato, il lievito e il sale e tenere da parte.
In una ciotola grande, montate il burro e zucchero di canna fino a che non sia chiaro e spumoso. Sbattere in tuorli d’uovo. Mescolateli alla miscela di farina in alternanza con il latticello, malgamandoli bene.
In un grande vetro o metallo, sbattere i bianchi d’uovo a neve ferma. Aggiungere1/3 dei bianchi nella pastella,con delicatezza mischiate e fa sì che assorba meglio il resto degli albumi. Mescolare, con una spatola grande, quel tanto necessario affinché il composto sia grossolanamente amalgamato, anche se un po’ a grumi. Poi rapidamente aggiungere i bianchi rimanenti incorporando gli albumi all’impasto. Con delicatezza portando metà della pastella sopra l’altra con un movimento dal basso verso l’alto.

Ungere leggermente lo stampo antiaderente della macchina di cottura e con un mestolo versate la pastella. Cuocere le cialde, fino a che risulteranno dorate e croccanti. Servite subito.

 

Autore dell'articolo: PannaMontata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *